Come cambiare colore a un mobile di legno

In  tanti  mi  avete  chiesto… e  ho preparato per voi una piccola guida che vi aiuterà, se volete, a CAMBIARE IL COLORE DI UN MOBILE DI LEGNO.
 
Come tanti, durante queste ultime  settimane  in casa, ho passato del tempo cimentandomi  in  cucina,  preparando davvero la  qualunque.  Quando  gli ingredienti hanno iniziato a scarseggiare ho anche provato ricette di misteriose torte, senza burro, senza latte, senza uova…
 
Questo  tutorial nasce con lo stesso spirito delle ricette che non hanno molti ingredienti, o perlomeno quelli che ci sembrano veramente necessari. Una torta senza uova??? Sì.
Qui a Portland  non  ho  praticamente  nulla di quella che è la mia attrezzatura, ho solo pochissime cose che mi sono rimaste da un recente lavoro, tra l’altro completamente diverso da quello che vi propongo… ma se è riuscita una torta senza uova e senza burro, arrangiandosi con quello che abbiamo in casa, perchè non dovrebbe essere possibile un micro restiling di un mobile senza avere a disposizone proprio tutto tutto?
 
Questo coraggioso comodino, che avevo in casa, e che sinceramente, avrei anche lasciato così, ha deciso di fare da cavia. Dipingerò soltanto l‘anta frontale e una parte laterale, perchè anche la cementite  al momento in questa casa scarseggia!
 
Se  avete voglia di cimentarvi, allora seguite i prossimi step, e se poi postate la vostra creazione aggiungete il tag @benegoodsdesign !
 
Ho cercato di scrivere tanto per spiegarvi più cose possibili. 
Lo so’ un video sarebbe stato più divertente, ma siccome quando cucino, personalmente preferisco le ricette con le foto e con le descrizioni… Iniziamo!
1. OCCORRENTE
 
-RULLI  & PENNELLI,  
vi consiglio di usare quelli in gommapiuma o a setole corte (nella foto di destra quello che uso sempre io). 
La dimensione decidetela in base alla grandezza del vostro mobile: se ad esempio dovete dipingere delle ante di un comodino (come farò io) usate dei rulli non più piccoli di 11 cm,  più grandi se invece volete dipingere delle porte.
Utilizzate due rulli diversi: uno per stendere la cementite, uno per stendre lo smalto.
Rulli di dimensioni più piccole e pennelli, saranno utili per i dettagli.
 
-CEMENTITE BASE ACQUA, 
ha una resa leggermente meno aggrappante di quella a solvente, ma è inodore e atossica per cui perfetta  per lavori  da  fare all‘interno. Tuttavia se avete intenzione di dipingere il top di un tavolo, o di un mobile Tv, o qualunque superficie che sia soggetta a uno stress maggiore, allora passatene almeno 3 mani.
                                              
-SMALTO BASE ACQUA 
avendo usato la cementite a base acqua, anche  lo  smalto dovrà avere le stesse caratteristiche. Potete scegliere qualsiasi colore e finitura, in base al vostro gusto.
 
-SCOTCH CARTA, STUCCO, SPATOLA E CARTA ABRASIVA (eventuali)
 
 
2. PULITE A FONDO
 
E’ importante, prima di dipingere, rimuovere la polvere e lo sporco, altrimenti la vernice non aderira’ bene sulle superfici.
 
 
3. INDIVIDUATE LE IMPERFEZIONI
 
Nel mio comodino, ad esempio, ho un bordo rovinato nella parte frontale e un solco profondo su un fianco.  
Nel  primo  caso  la  cementite  sarà sufficiente a ripararlo, nel  secondo caso invece dovremmo intervenire con lo stucco. Con la spatola colmate l’area interessata. Una  volta  secco (i tempi di asciugatura sono sempre riportati sulla confezione) rimuovete gli eccessi con la carta abrasiva. Spolverate. 
 
 
4. METTETE LO SCOTCH CARTA
 
Questo fa fatto per proteggere le parti che non andremo a dipingere. Avendo io deciso di dipingere solo l’anta frontale e un lato, andrò a mettere lo scotch carta lungo i bordi delle aree da lasciare invariate. Fate pressione per farlo aderire bene. 
Potete invece saltare completamente questo passaggio, qualora abbiate deciso di dipingere tutto.

 

 Se volessimo essere super diligenti adesso dovremmo passare la  carta  abrasiva  su  tutte  le  parti  da  dipingere!  Questa operazione, oltre ad essere di una noia mortale, andrebbe a  creare  parecchia  polvere, per  cui  possiamo evitare di farla a patto di ripetere due o piu’ volte il passaggio successivo.

 
 
5. PASSATE LA CEMENTITE
 
Usando il rullo e non il pennello come me, stendete una prima mano applicando una piccola quantità: la cementite è molto pastosa e se ne mettete troppa creerà uno strato spesso e rugoso, che sarete costretti a rimuovere. Aspettate il tempo di essiccazione e ripetete il passaggio. Se  una volta finito, al tatto sentirete delle imperfezioni, allora passate leggermente la carta abrasiva.
 
 
6. PASSATE LO SMALTO
 
Potete  finalmente  aggiungere  colore (io ho scelto un bianco sporco).  Sempre  usando  il rullo, stendete  una  prima  mano applicando  una piccola quantità e  una volta asciutta, ripetete il passaggio, fin  quando  non  avrete ottenuto una copertura totale (a me sono servite due mani).  Rimuovete lo scotch e il vostro mobile sarà pronto!